Importanza del sorriso

Posted by Daniele Puzzilli 09/05/2016 0 Comment(s) Bioestetica e Cosmesi dentale,

E’ arrivata, già da qualche tempo, anche in Italia, l’Odontoiatria Estetica che permette la correzione di qualsiasi, piccola o media, imperfezione legata al colore, alla forma e ai difetti, anatomici e non, dei denti.

Avere denti belli e sani è ormai diventato nel lavoro e nel privato, estremamente importante: un sorriso con denti anatomicamente perfetti ispira simpatia, è facilmente associato all’idea di giovinezza e di successo ed è una aspirazione per tutti coloro che svolgono una attività a contatto con il pubblico

Materiali tecnologicamente all’avanguardia e tecniche ultrasofisticate permettono a tutti coloro che hanno problemi di estetica dentale causati da patologie, da traumi, oppure sono semplicemente insoddisfatti della forma o del colore dei denti, di realizzare un sogno e avere un sorriso esteticamente perfetto.

Una tecnica ultimamente adottata, per tale scopo, consiste nella realizzazione di “Veenere”, cioè di sottilissime faccette in ceramica che, dopo una minima eliminazione dello smalto dei denti e a seconda del problema da risolvere, si applicano incollandole, sulla parte esterna dei denti reintegrando con altre forme e/o altri colori la parte eliminata, per la modellazione desiderata. E’ una tecnica che richiede 2 o 3 sedute nei casi più complessi.
Nella prima seduta il dente viene limato minimamente, viene presa l’impronta ed effettuato un rilievo fotografico prima e dopo la limatura. Vengono quindi applicate, provvisoriamente, delle faccette in resina.

Il dentista, coadiuvato dal tecnico specialista in “Cosmesi Odontoiatrica”, analizza le impronte. Le immagini fotografiche vengono immesse nel computer e viene così simulata la nuova forma da dare al nuovo o ai nuovi denti in rapporto alla forma degli altri denti lasciati integri in bocca, in relazione alla festonatura delle gengive, alla forma delle labbra e all’ovale del volto. Questa tecnica di studio del caso è utilizzata dal moderno odontoiatra anche per la sostituzione di uno o più denti mancanti con la tecnica tradizionale, cioè con un “ponte”, o con implantologia. Se non ci sono particolarità di forma o colore che richiedono una seduta di prova, nella seconda seduta, con una tecnica adatta a dare il massimo della stabilità, le faccette in ceramica vengono fissate al dente naturale, il quale diventa tutt’uno con la “veener” per garantire un effetto estetico assolutamente naturale.

La tecnica sopra descritta permette si ottenere ottimi risultati anche nelle riabilitazioni estetiche più complesse, come ridimensionamenti di denti troppo piccoli o troppo grandi, spazi interdentali anomali, denti troppo corti e con difetti cromatici.
Per una ottimale riuscita e durata nel tempo delle “veener” è indispensabile che sia costantemente tenuta sotto controllo l’igiene orale, sia domiciliare che professionale e avere l’accortezza di non mordere o strappare cibo o altro. Si avranno così realmente dei risultati sorprendenti, sia estetici che di durata.