Invisalign

Posted by Daniele Puzzilli 09/05/2016 0 Comment(s) Invisalign,

Le persone con i denti perfettamente allineati sono poche. Per anni gli apparecchi fissi sono stati l’unica soluzione disponibile con evidenti problemi estetici.

Il dottor Daniele Puzzilli ci spiega come oggi si può risolvere la gran parte dei problemi ortodontici senza più problemi estetici.

LIBERI DI SORRIDERE

“Nel mio studio, grazie alla preziosa collaborazione con la dottoressa Laganà, accreditata dall’azienda Invisalign, siamo in grado di effettuare terapia ortodontica con tecnica INVISALIGN per la risoluzione di molteplici problematiche. 

Con questa tecnica, il paziente sarà l’unico a sapere di questa terapia perché una serie di mascherine, completamente trasparenti, sposterà progressivamente i denti.

Questa tecnica è estremamente confortevole perché, trattandosi di un apparecchio mobile, non prevede né fili né attacchi fissi, permettendo al paziente di mangiare e lavarsi i denti senza alcun problema. 

Grazie agli ultimi progressi della tecnologia informatica tridimensionale, sulla base dell’impronta dei denti e del piano di trattamento stabilito dall’ortodontista, vengono prodotte una serie di mascherine trasparenti che vengono sostituite ogni 2 settimane, man mano che i denti si spostano. 

Queste mascherine, per agire costantemente sui denti e quindi allinearli, devono essere portate il più a lungo possibile,
giorno e notte, tranne che per mangiare e lavarsi i denti. I controlli dall’ortodontista vengono svolti una volta al mese e permettono di valutare il buon andamento della terapia.

I nostri pazienti in cura con questa tecnica non ci hanno riportato alcun effetto indesiderato, neanche nella fase iniziale.

La fonazione, altro grosso lato negativo delle tecniche ortodontiche tradizionali, con questa non viene assolutamente alterata”.

Esiste un’età giusta per poter eseguire questa tecnica?
“Utilizziamo questa tecnica sia con bambini che con adulti, sia per semplici allineamenti che per correzioni di malocclusioni più complesse.  

La durata della terapia può andare da un minimo di 10 mesi a un massimo di 30”.

Una tecnologia all'avanguardia: un'apparecchio invisibile senza "ferretti".